Social Networks

Uroflussometria

0 15 marzo 2018

Presso il Centro Medico Specialistico Baganza potrà effettuare l’esame Uroflussometria con tempi molto brevi. L’esame è a pagamento e può essere effettuato da solo oppure abbinato a visita specialistica Urologica.

  • Che cos’è l’uroflussometria?

L’uroflussometria è l’esame che consente, in maniera del tutto non invasiva, di misurare il flusso minzionale in ogni suo momento, riproducendolo in forma grafica. Rappresenta l’indagine urodinamica più semplice e meno invasiva.

  • A che cosa serve l’uroflussometria?

L’uroflussometria consente di tracciare un profilo minzionale di quei pazienti che hanno problemi che riguardano lo svuotamento della vescica, in particolare quelli che presentano sintomi interessanti il basso tratto urinario che possono essere associati a problemi di ostruzione urinaria o ipertrofia prostatica.

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza
0 27 febbraio 2018

Alcune persone raccontano di sentire uno strano ronzio in un orecchio. Si accorgono che questa sensazione l’hanno solo loro. E’ come se nell’ambiente dove vivono ci fosse un televisore mal sintonizzato sempre acceso oppure una camera d’aria forata che produce un sibilo costante.  Se questa sensazione dura poco, al massimo alcune ore o comunque non più di un giorno, non dobbiamo preoccuparci. Se persiste per più di un giorno allora è bene chiedere aiuto ad un medico per affrontare la situazione. Questo problema clinico viene definito col termine “acufene” ed è uno dei sintomi più difficili da interpretare per uno specialista. Occorre subito spiegare la differenza tra malattia e sintomo. L’acufene è un sintomo. Sono sintomi il dolore, la perdita di udito, la vertigine. Il sintomo è aspecifico, non ci dice nulla sulla malattia, ci orienta semplicemente verso un organo. La malattia è invece un concetto preciso, per esempio l’otite media, il colesteatoma, l’otosclerosi sono tutte malattie dell’orecchio. Il comportamento da adottare è semplice: interpretare correttamente il sintomo e andare, anche con l’aiuto del medico di famiglia, dallo specialista competente per quel problema. Se il nostro problema fosse una diminuzione della capacità uditiva, sia

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza
0 16 febbraio 2018

Le INTOLLERANZE ALIMENTARI rappresentano una parte importante delle reazioni avverse del nostro organismo agli alimenti: esse sono reazioni infiammatorie causate da “allergie ritardate” ad alimenti ripetutamente ingeriti. I cibi “reattivi” stimolano il sistema immunitario, innescando la formazione in notevoli quantità di anticorpi IgG. Questi anticorpi contro alimenti “reattivi” provocano una reazione infiammatoria con differenti sintomatologie di difficile inquadramento. Per l’analisi basta un semplice prelievo del sangue effettuato a digiuno. Di seguito i nuovi pannelli di alimenti testati:

  • EASY FOOD 60 ALIMENTI: CEREALI: farro, grano, mais, orzo, riso LATTE: latte capra, latte pecora, latte vaccino CARNE: agnello, coniglio, maiale, manzo, pollo, tacchino PESCE: gamberi, merluzzo, mix cefalopodi non distinto (seppia, calamaro, polpo), salmone, sogliola, tonno VERDURE: asparago, carota, cavolfiore, cicoria, cipolla, funghi, lattuga, melanzana, patata, peperoni, pomodori, sedano, spinaci, zucchina FRUTTA: albicocca, arancia, banana, fagioli, fragole, limone, mela, pesca, pera, piselli, prugna, uva, kiwi FRUTTA SECCA: arachide, mandorla, noce ALTRO: cacao, caffè, lievito chimico, lievito di birra, miele, oliva, soia, the, uova, zucchero bianco
  • EASY FOOD 92 ALIMENTI CEREALI: farro, grano duro, gran

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza
0 1 dicembre 2017

Siamo orgogliosi di annunciare che oggi, al Congresso Nazionale annuale di Oculistica, il Prof. Arturo Carta nostro Oftalmologo ha ritirato il premio come migliore lavoro scientifico del 2017 attribuitogli dalla Società Oftalmologica Italiana!

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza
0 5 maggio 2017

Oggi presso l’Ospedale Maggiore di Parma si terrà un convegno che vede la riunione di oltre 200 Specialisti oculisti, neurologi, neurochirurghi e neuroradiologi organizzato e presieduto da uno dei nostri Specialisti, il Prof. Arturo Carta, sulla cura delle neuropatie ottiche.

Qui un intervista del Prof. Carta sulla Gazzetta di Parma di ieri, 04 maggio 2017.                    

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza
0 4 aprile 2017

 

Richiedi una visita gratuita! Contattaci

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza
0 27 febbraio 2017

L’intervento che ritengo veramente innovativo nella chirurgia dei turbinati è la devascolarizzazione in anestesia locale con le radiofrequenze. Parliamo di chirurgia mini-invasiva in quanto può essere eseguita su qualsiasi paziente in anestesia locale. Si tratta di un intervento che provoca un minimo dolore, facilmente sopportabile. Lo si esegue senza tamponi e con un rischio di sanguinamento praticamente nullo. Le radiofrequenze si considerano una metodica “a freddo”, cioè agiscono ad una temperatura tra 40°C e 70°C. Si tratta di una tecnica denominata anche “biosurgery” perché rispetta la funzione dei tessuti coinvolti. Quando opero con questa tecnica cerco di essere il meno demolitivo possibile e posso rispettare la mucosa dei turbinati. In figura 1 si osserva, a destra, un caso dove le fosse nasali sono ristrette perché i turbinati sono ipertrofici. L’intervento consiste nell’introduzione di un elettrodo nel turbinato. L’elettrodo è uno strumento simile ad un lungo ago. Lo strumento è collegato ad un apparecchio che produce una sollecitazione con le radiofrequenze la quale provoca una devascolarizzazione (vedi fig. 2). Ad intervento terminato i turbinati si presentano ridotti di volume, ma ricoperti di croste (vedi fig. 3). I pazienti che giungono in sala operatoria sono persone che presentano turbinati aumentati di volume, perché sono congesti di sang

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza
0 27 dicembre 2016

Presso il Centro Medico Specialistico Baganza potrà effettuare il nuovo test rapido per la celiachia. Il Celiac Quick Test permette di testare l’intolleranza al glutine con risultati in soli 10 minuti! Con il test viene analizzata un’unica goccia di sangue prelevata con puntura del polpastrello in modo accurato e confortevole per il paziente. Il test ha una sensibilità >99% e una specificità del 98,9%. Si basa sulla determinazione di tre tipologie di anticorpi anti-transglutaminasi tissutale (tTg), IgA, IgG e IgM. Ci contatti per prenotare un test o per maggiori informazioni.

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza
0 13 dicembre 2016

  Presso il Centro Medico Specialistica Baganza, in collaborazione con il Laboratorio di Analisi Nuovo S. Orsola e Synlab Brescia, potete effettuare il Test Intolleranze Alimentari. Il Test Intolleranze Alimentari è un esame ematochimico che consente di individuare gli alimenti che possono causare disturbi più o meno gravi nell’organismo. DIFFERENZA TRA ALLERGIE E INTOLLERANZE Si definisce allergia una reazione che compare nell’arco di pochissimo tempo dopo l’assunzione dell’alimento. L’intolleranza alimentare, invece, è una reazione infiammatoria dipendente dal progressivo accumulo di sostanze con effetto infiammatorio nell’organismo. Il meccanismo di reazione è probabilmente dovuto ad alterazioni del sistema immunitario con coinvolgimento dei granulociti neutrofili; tali alterazioni sono causate dalla reazione contro sostanze riconosciute come dannose. I disturbi, nel caso di un’intolleranza, non sono in diretta relazione all’assunzione dell’alimento, ma si possono verificare a distanza di tempo fino a 72 ore dopo; i disturbi si possono sviluppare a carico di qualsiasi organo-apparato-sistema. SINTOMI

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza
0 13 dicembre 2016

Tra le cause più importanti di difficoltà respiratoria dal naso annovero le ipertrofie dei turbinati e le deviazioni del setto, con particolare interesse per l’ipertrofia dei turbinati. Questo è un fenomeno che caratterizza diverse malattie. La malattia più comune è la rinite allergica. Esistono altri tipi di rinite che portano ad un aumento di volume dei turbinati, ricordiamo le riniti non allergiche eosinofile e neutrofile. Queste si caratterizzano per sintomi simili alla rinite allergica, ma non esiste un allergene, cioè non si individua una sostanza scatenante. L’ipertrofia dei turbinati è anche sostenuta da fattori aspecifici come l’inquinamento e il clima freddo-umido. In altri casi la deviazione del setto nasale favorisce l’aumento di volume dei turbinati soprattutto nella fossa nasale più ampia. In questo articolo mi soffermo sugli aumenti di volume dei turbinati che possono derivare da qualsiasi causa. Il risultato è che per effetto dei turbinati ingrossati il paziente respira molto male. Nella figura si osserva l’interno delle fosse nasali: a sinistra un soggetto normale, dove si vede che lo spazio respiratorio (colore marrone scuro) è ampio. Nel disegno di destra un soggetto con turbinati ipertrofici, quindi con difficoltà respiratoria nasale. Gli otorinolaringoiatri hanno cercato da tempo di porre rimedio a questo problema sia con farmaci e che co

Posted in CMS Baganza News by cmsbaganza